Cotta

Allora, ho preso una cotta per una ragazza del classe. Non e mai un grand idea, no?

Si, e poi devo dire che lei e una donna, e anch’io.

Allora e stato bel due settimane prima che sapevo che potevo essere una possibilità. 

E poi, un giorno, era una possibilità, pero con un caveat. Lei mi ha detto che non si mette con qualcuno che e un classmate. Mai. Si si, va bene. Ho detto mille volte, don’t fuck where you eat. Di solito, referivo a lavoro, pero e quasi ugale. Ho sentito molto furba quando ho risposto, Allora, adesso che so le regole, quando posso invitarti a cena?

A cena, abbiamo parlato come vecchie amici. Abbiamo scherzato, abbiamo riso. Il mio battito di cuore era veloce e forte. Avevo un sorriso grande grande…e tutto era perfetto. Alle fine della cena mi ha detto, Allora, se a qualunque momento ti senti scomodo, basta dirmi lo. Ho detto “Va bene” senza pensare. In fatti, dopo quando stavo andando a casa pensavo com’era gentile a dire questo. E non ho pensato che sarà mai necessario per me. 

Pero sta mattina, a 7:50…non ero preparato per come sarà nel aula con lei. Non potevo smettere di guardarla e con quel sorriso… Non dico che sentivo scomodo…pero sentivo che ero fuori controlo. 

But then she came over and sat beside me…she turned the chair around to face me and put her feet on the wall and I swear – the heat rose in my face.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s